SM Vol.6: Il Puzzle di Girls In Motion Volume 2

null

Dato il grande successo riscosso in patria, il Sega Saturn negli anni ha visto arricchirsi la propria lineup di titoli dai generi più disparati. E’ il caso ad esempio dei puzzle game della serie Girls In Motion, realizzati dalla Jamp (JApan Media Programming) dove i player si ritrovavano a dover completare dei puzzle raffiguranti delle dolci donzelle.
Il protagonista di questo numero di Sega Memorabilia è un oggetto promozionale che il publisher Yanoman Games fece realizzare in occasione dell’uscita di Girls In Motion Volume 2 Body Special 264. Dato il genere, non poteva non essere un puzzle vero e proprio, con raffiurate le fanciulle protagoniste della copertina del gioco: Senna, Hina e Akira:


null null

Non è la prima volta che troviamo dei puzzle nell’universo del Saturn, è un elemento abbastanza ricorrente nelle limited giapponesi, un po’ come oggi le statuine. Parlando del gioco non c’è moltissimo da dire. Una volta completati i puzzle si sbloccano dei filmati dal quale sono ripresi gli scatti da completare, con un frame rate decisamente deludente nel primo episodio. Come particolarità quest’ultimo presenta la presenza di una confezione di cartone con un libricino contenente le foto delle nove protagoniste.

null null

Dati Puzzle:
Pezzi: 108 pezzi
Dimensioni totali 18.2×27.5

[Thanks to Adam]

SM Vol.5: Captain America and the Avengers Collector’s Pin

null

Nuovo appuntamento per la nostra rubrica Sega Memorabilia. In questo numero iniziamo ad addentrarci nel ricco mondo di versioni speciali ed edizioni limitate per Sega Mega Drive. Per quanto oggi le Limited Edition (molto edition, poco limited) e Collector’s siano ormai una prassi, fino ad una generazione fa almeno in occidente erano sicuramente più inusuali.


Il protagonista di questo numero di Sega Memorabilia è la versione americana di Captain America and the Avengers per Mega Drive/Genesis, sviluppato dalla Data East (1976-2003) nel 1992 e conversione dell’omonimo Arcade. Si tratta di un picchiaduro a scorrimento dove possiamo scegliere di vestire i panni di quattro Avengers: Capitan America, Iron Man, Hawkeye e Vision. L’obiettivo del gioco consiste nel fermare Teschio Rosso/Red Skull. Gli stage sono caratterizzati dalla presenza di altri Vendicatori, che ci vengono in soccorso, così come di storici supervillain dell’universo Marvel, che costituiscono i diversi boss del gioco.
Negli States era disponibile una versione particolare contenente una spilla da collezione, un’edizione fuori dal comune ma non un episodio isolato nella softeca del Mega Drive:

null

null

Sulla splendida cover del gioco è possibile notare l’adesivo che indica la presenza della collector’s pin:

Seaman, limited e buono da (non) mangiare

null
Nuovo numero della rubrica Sega Memorabilia dedicato a Seaman, alle sue limited e ad un omaggio particolare

Di recente si è tornato a parlare di Seaman, rivoluzionario gioco Dreamcast approdato successivamente anche su PS2. Il gioco, sviluppato dai Vivarium di Yutaka Saito, in poco tempo divenne un simbolo dell’eccentrico mondo Dreamcast. Un simulatore di vita dove accudire e crescere il nostro strano amico per poi, nelle fasi più avanzate del gioco, riuscire a poter imparare qualcosa da lui.


Vennero prodotte due console limitate, una con l’uscita del gioco nel Luglio nel 1999 (500 pezzi), un’altra la celebre Christmas Seaman (850 pezzi), nel Natale dello stesso anno. Durante il periodo natalizio per soli 10 giorni ci si poteva portare a casa anche una particolare special edition, con la quale ci si poteva connettere ad internet, per riceve gli auguri dalla strana creatura e poter farsi una chiacchierata tra numerosi extra. Un Christmas Nights dreamcastiano ma sfortunatamente solo giapponese ed impossibile da utilizzare oggi, essendo concentrato interamente sui server. Di questo atipico quanto eccezionale titolo, Sega produsse numerosi gadget promozionali, alcuni a distanza di anni “particolari” decisamente tanto quanto il gioco. E’ il caso di queste caramelle gommose, oggetto promozionale pensato per essere consumato nell’immediato, ma che se conservato con cura, potenzialmente potrebbe diventare una gustosa ma poco salutare cena per i nostri nemici:

null
null

Timeline:
-29 Luglio 1999
Seaman (con microfono)
Seaman Special package (con microfono e VMU)
Seaman Dreamcast Bundle
null
-16 Dicembre 1999
Christmas Seaman
Christmas Seaman Dreamcast Bundle
null
-1 Gennaio 2000
Don’t Panic Seaman (OST)
null
-8 Agosto 2000
Seaman versione US (con microfono)
null
-10 Agosto 2000
Seaman 2001: AI e riconoscimento vocale migliorati, aggiornati gli eventi del calendario (con microfono)
null
-14 Settembre 2000
Seaman Book Kit: libro di 128 pagine con gd-rom bonus
null
-15 Novembre 2001
Seaman PS2 (con controller-microfono ASCII)
Seaman PS2 Deluxe Edition (con controller limited ASCII)
null null
-21 Novembre 2001
The Sound Track Of Life (seconda OST ufficiale)
null
-13 Dicembre 2001
Seaman PS2 (versione senza microfono, funzionante con un qualsiasi microfono usb)
null
-27 Febbraio 2001
Seaman PS2 (versione leggermente migliorata, riconoscibile per il “Don’t Panic!” sulla cover al posto del “Caution!”)
null
-17 Ottobre 2007
Seaman 2 (versione senza microfono, funzionante con un qualsiasi microfono usb)
Seaman 2 (versione con microfono)
null

Un Game Gear per il Natale

null

Con il sito decorato a tema perchè non parlare di merchandise natalizio? Per questo numero di Sega Memorabilia vi presentiamo uno speciale Game Gear Christmas Ornament.


Questo particolare ornamento natalizio va a sostituire le “solite” palline dell’albero di Natale con qualcosa di adatto ai fan della Grande S. Prodotto nel 1995 dalla Enesco Corporation, celebre per la qualità dei suoi prodotti, anche questo Game Gear non delude le aspettative.

null
null

Come potete notare dalle foto i dettagli si sprecano, persino sul resto della console portatile. Il tutto è abbellito dall’immancabile Sonic, con tanto di sacco carico di regali. E’ facile pensare che porti solo doni targati Sega. Sarebbe interessante trovare una variante per l’Epifania, con tanto di carbone per i gamer meno buoni.

null
null
null

Il casco di un Sega Fan

null

Yuji Naka si sa, è sempre stato un appassionato di macchine e di corse. Sonic, la sua creature prediletta, ha fatto della velocità la sua filosofia di vita. Come tutti gli storici programmatori di Sega (azienda all’interno della quale esiste una vera e propria venerazione per la nostra Ferrari), Naka una volta iniziato a guadagnare non si è fatto mancare le belle macchine (in particolare è legato alla sua Lotus Elise). La sua passione però è tale da portarlo spesso in pista e la sua particolarità sta nel presentarcisi con un vero e proprio pezzo di Sega Memorabilia: il casco di quando Sega sponsorizzava le Williams-Renault in F1, nella vittoriosa stagione del 1993.


La livrea scelta da Naka è proprio quella del casco originale di Alain Prost che vinse quel campionato con 99 punti e 7 Gp vinti (e record di 7 Pole Position consecutive).
null
Oltre al casco di Prost ed a quello di Damon Hill (livrea sul nero) anche la macchina di quel campionato ovviamente era tinta di Sega. Sulle fiancate in corrispondenza delle gambe dei piloti, erano disegnate le gambe di Sonic. Le McLaren in risposta ogni volta che battevano la Williams si presentavano con un porcospino spiaccicato disegnato sulle loro vetture.
Sul destino delle Williams-Renault-Sega non poteva mancare una leggenda. E’ sicuro che lo stesso Prost ne acquistò una, mentre Naka durante una intervista disse che un’altra vettura era sicuramente in qualche magazzino di Sega of Japan, inserita tra qualche cabinato e qualche vecchia decorazione.
null
Il casco di Naka potrebbe essere benissimo una replica (esistono negozi specializzati con in catalogo praticamente tutti i caschi di tutti i piloti) ma conoscendo il perfezionismo del personaggio ci piace pensare sia una copia originale e che magari Naka nell’armadio abbia da qualche parte anche la tuta di quegli anni, tutta blu e con le scarpette rosse di Sonic.

Nei negozi specializzati così come su eBay le repliche dei caschi in tinta Sega è possibile trovarli, i prezzi però non sono mai economici (200-400 euro). Se siete degli appassionati di F1 e di Sega a prezzi più vantaggiosi però potreste portarvi a casa qualche miniatura da collezione, come le bellissime riproduzioni della Minichamps:
null

Il casco di Naka, pubblicato da lui stesso su Twitter:
null

A colazione con Sonic ed i Frosties

null
Partire carichi al mattino è sempre la miglior cosa da fare, con una buona colazione e qualche novità per il sito.
Vi presentiamo Sega Memorabilia, la prima Rubrica di Sega World Italia dove verranno raccolti oggetti del passatto e gadget poco noti, sempre accompagnati da una breve descrizione che ne svela la storia o alcuni aneddoti.
La pagina delle Rubriche è facilmente accessibile dal menu del sito, ogni Rubrica avrà una pagina dedicata dove saranno raccolti tutti gli articoli pubblicati in homepage. Con l’occasione, anche la pagina Speciali viene aggiornata, per raccogliere gli articoli di questo primo mese.
Sega Memorabilia parte con una confezione di cereali Frosties della Kellogg’s con tanto di promozione Sonica dedicata all’arrivo di Sonic 3 per Mega Drive e yo-yo da collezionare:

Con ogni pacco di Frosties si ricevevano due bollini sonici. Raccogliendone 8 e spedendoli in busta chiusa alla Kellogg’s, si poteva ricevere a casa uno dei 4 yo-yo (rappresentanti Sonic, Tails, Robotnik e la mascotte dei Frosties Tony).

Sulla confezione in un piccolo box venivano anche svelati alcuni piccoli “trucchi” per Sonic 3, come si faceva sulle riviste dell’epoca.

La promozione era pubblicizzata anche su Sonic the Comic, dove i lettori potevano partecipare anche ad un piccolo concorso. Tra i premi per i fortunati al sorteggio Multimega, Sonic 3, un gioco da polso ed il flipper ufficiale di Sonic.


Rubrica Sega Memorabilia
La Rubrica per scoprire i tesori del passato!
Entra nel Forum:
null Iscriviti al Club Sega!
Cerca su SWI