PSO2: una localizzazione ai limiti del grottesco

null

Mentre in occidente ormai si sono perse le speranze per una commercializzazione ufficiale di Phantasy Star Online 2, il gioco si appresta ad arrivare localizzato in inglese nelle regioni sud est asiatiche tremite il publisher Asiasoft. Come emerso dalla rete e dalle community dedicate alla saga di Phantasy Star, la localizzazione del titolo è ai limiti del grottesco, con una traduzione totalmente slegata dai termini classici della saga. Come per magia è stato trasformato parte del vocabolario della saga, dai nomi delle classi dei personaggi a quelli degli oggetti: i “Force” sono diventati “Wizard”, le “Scape Doll” dei banali “Self Revival Kit”. Sparisce così con una localizzazione ufficiale, dalla quale ci si aspetterebbe un minimo di controllo da parte della casa madre, uno dei collegamenti più diretti e nitidi tra i capitoli della saga di Phantasy Star (non solo quelli online).

La magra consolazione è che resterà una traduzione confinata in un territorio ben preciso e che potrebbero esserci delle modifiche in corso d’opera, dovute sicuramente alla scoperta dei fan più che all’accortezza di chi dovrebbe lavorarci.

Potete trovare una lista completa degli orrori Asiasoft sul forum.

Il gioco sbarcherà in Asia il 10 Aprile. Da ieri invece in Giappone è disponibile la versione Android.

[Thanks to Elyon]

La pagina dedicata al TGS 2020 Online

null

Unisciti al Forum “Club Sega”
null
Ultimi Aggiornamenti Rubriche
     
Cerca su SWI