MAGIC 2016: il giorno di Shenmue III

Shenmue III sbarca in Europa presentandosi al Monaco Anime Games International 2016 in una conferenza annunciata fin dai tempi della campagna Kickstarter. L’evento, durato complessivamente un’ora, è stato utilizzato da Yu Suzuki ed i suoi per svelare alcuni ulteriori dettagli sul titolo e soprattutto per mostrare nuovo materiale, video e non. La mattinata è iniziata con il rilascio di alcune immagini, dedicate principalmente ad evidenziare la palette cromatica del gioco e gli effetti di luce. Nel corso della conferenza sono stati fatti vedere alcuni trailer e fatti ascoltare alcuni sample audio. Ma scopriamo i dettagli insieme:

-La conferenza è iniziata parlando degli episodi precedenti. Suzuki ha raccontato di alcuni dei suoi momenti preferiti come la corsa con i muletti (richiestissima dai fan anche per il III capitolo).
-Suzuki ha parlato delle donne del gioco, in particolare Nozomi, Joy e Shenhua. La prima doveva rappresentare la donna ideale giapponese, ormai sempre più rara. La seconda una donna più moderna, cresciuta in un ambiente multiculturale. Shenhua invece una donna molto forte ma ricca di fascino mistico dovuto al luogo dove è cresciuta. Possiamo dire quindi che rispecchiavano fondamentalmente i tre differenti “macro” ambienti che abbiamo conosciuto in Shenmue I e II.
-Suzuki dice di amare i colori ed i contrasti dell’Unreal Engine 4, con il quale ormai lavorano da 6 mesi. Non possiamo non concordare con lui vedendo i risultati in fatto di colori.
-I temi principali che faranno da filo conduttore in Shenmue III saranno l’amore, l’amicizia ed il coraggio, i quali verranno alimentati dal viaggio e dall’apprendimento. Centrale sarà il rapporto tra Ryo e Shenhua.
-Purtroppo al momento non vi sono come noto piani di Sega riguardo i remake di Shenmue 1 & 2.
-I volti di Ryo e Shenhua (e immaginiamo anche gli altri personaggi) saranno fedeli agli originali. Suzuki pensa infatti che dopo 15 anni i giocatori non vogliano avere a che fare con personaggi troppo distanti dagli originali. Ci saranno dei miglioramenti ma senza stravolgere la loro fisionomia.
-Riguardo un’eventuale bad ending Yu Suzuki ha risposto che ci saranno alcuni eventi a tempo nel corso del gioco e quindi anche la possibilità di fallire.
-Riguardo i combattimenti Yu Suzuki preferisce un approccio diverso da Virtua Fighter, ossia maggiore intereazione con l’ambiente e maggiore strategia per aggirare ad esempio gruppi di nemici. In particolare Suzuki ha fatto l’esempio dello scappare nei pressi di un corridoio per affrontare così, dato lo spazio stretto, un avversario alla volta e non ad esempio cinque di colpo.
-Il gioco si concentrerà sulle arti marziali della Cina del sud, più concentrate su movimenti veloci rispetto a quelli ampi di quelle della Cina del nord, presenti in Shenmue I & II.
-Suzuki vuole fortemente Chai nel gioco, è uno dei suoi personaggi preferiti.
-Riguardo le musiche del gioco, non vi sono contatti al momento con Yuzo Koshiro. Sono state realizzate diverse musiche anche se ancora il team non ha chiaro i quali momenti precisi verranno inserite nel corso dell’avventura. Come noto verranno utilizzate anche musiche dai precedenti episodi.
-Non ci sono piani per una versione Xbox One, come del resto ormai noto.
-Nel gioco ci sarà la possibilità di pescare. Il team era alla ricerca di un nuovo lavoro da far fare a Ryo e data l’ambientazione è sembrato quello più idoneo. Yu Suzuki si aspetta notevoli cose dall’interazione con l’acqua ed i vari effetti ad essa legati.

Sul profilo Twitter di ShenmueDojo potete vedere alcuni scatti della conferenza.

La pagina dedicata al TGS 2020 Online

null

Unisciti al Forum “Club Sega”
null
Ultimi Aggiornamenti Rubriche
     
Cerca su SWI