Articoli marcati con tag ‘Sega Saturn’

Sega Saturn: Sakura Taisen finalmente tradotto dai fan

Con l’uscita in Giappone del nuovo capitolo della serie (Project Sakura Wars) non poteva esserci periodo migliore per rendere di disponibile la traduzione del primissimo capitolo della serie, Sakura Taisen.
Uscito ormai nel lontano 1996 su Sega Saturn, dopo più di 20 anni possiamo finalmente giocare “Sakura Wars” in lingua Inglese, grazie al lavoro di un gruppo di talentuosi fan.
La patch è disponibile a questo indirizzo, ed è possibile utilizzarla anche sull’hardware originale.
Di seguito trovate un trailer di lancio, creato per l’occasione sempre dai fan:

In arrivo da Bandai un modellino in scala del Sega Saturn

Bandai e Sega hanno annunciato la produzione di un modellino da collezione del Sega Saturn.
Il modello in scala 2/5, è basato sul classico Saturn grigio HST-3200, e riproduce in dettaglio anche le parti interne.
L’uscita è prevista in Giappone per Marzo 2020 al prezzo di 2750 Yen.
Di seguito una foto dettagliata del modello:


Auguri Sega Saturn: ventesimo anniversario

null

22 Novembre 1994: da Saturno arriva in Giappone un’astronave carica di console Sega Saturn. L’anniversario così ravvicinato con quello del 32X riesce a far capire intuitivamente la confusione della Sega di quel periodo, ma ieri come oggi ci piace ricordare le console per quello che ci hanno trasmesso, per le ore passate davanti lo schermo cercando di affrontare l’ennesima curva di Sega Rally alla perfezione, l’ennesimo anello di Nights al momento giusto, l’ennesimo interminabile secondo con in mano quello splendido joypad. Una Sega sola contro tutti e soprattutto contro se stessa, poche fidate software house ad accompagnarla nella nicchia più bella di sempre, gli arcade degli anni delle schede Model, l’incredibile saga di Panzer Dragoon, le interminabili partite a Guardian Heroes o Virtua Fighter, le Virtua Gun per The House of the Dead e Virtua Cop, i picchiaduro 2d Capcom inarrivabili sugli hardware della concorrenza e tutto quel ricco mondo giapponese, ad incominciare da Grandia e Sakura Taisen.
Ci vorrebbero ore e ore per raccontare delle emozioni del Sega Saturn, venti anni ancora non sono bastati.
L’urlo di Segata Sanshiro ci accompagna ancora oggi.

Papercraft SOJ: segasaturn_fb.pdf

Segata Sanshiro e gli [H.] in concerto: report e foto

Ieri si è tenuto a Tokyo l’atteso concerto della [H.] Sega Sound Unit, particolare sopratutto per il ritorno ufficiale di Segata Sanshiro, personaggio icona e simbolo interpretato dall’attore Hiroshi Fujioka.
Il concerto come preannunciato ha visto la partecipazione sul palco anche di Arisa Noto che ha interpretato la sua canzone di maimai (Neko Biyori), così come alcune canzoni dove era richiesta una voce femminile.

La band Sega per l’occasione ha scelto di suonare alcuni dei pezzi più amati dai fan e data la presenza di Segata Sanshiro le tracce scelte provenivano soprattutto da titoli degli anni del Saturn, come Virtual On o Nights (una delle scelte più applaudite dai presenti). La stessa dashboard della console ha aperto le danze. Il pezzo forte della serata però è stato soprattutto nel finale, quando Mitsuyoshi ha incitato la folla nell’annunciare l’attesissimo ritorno di Segata Sanshiro. Hiroshi Fujioka si è così presentato sul palco al solito in forma smagliante nei panni dell’eroe tanto amato, tra la gioia e l’estasi dei presenti, con in sottofondo la melodia che ha accompagnato tutti i suoi incredibili spot.

Di seguito alcune foto del concerto, così come la tracklist completa e alcuni render degli immancabili gadget preparati da Sega of Japan per questa indimenticabile serata (che si spera di rivedere presto sotto forma di DVD!):

[H.] Sega Sound Unit:
Hiroshi “Hiro” Kawaguchi: tastiera
Takenobu Mitsuyoshi: voce, basso
Hidenori Shoji: chitarra
Takahiro Kai: chitarra
Mitsuharu Fukuyama: tastiera, tromba
Eisei Kudoh: batteria

Tracklist:
1: “Le’s Go Away 2004” (Daytona USA)
2: “The Battle for the Dream” (Yakuza 5)
3: “In The Blue Sky” (Cyber ​​Troopers Virtual-On)
4: “Neko Biyori” (maimai, con Arisa Noto)
5: “Love is not enough 2004” (Virtua Fighter Anime Opening, con Arisa Noto)
6: “Rap Bushido” (Hiroshi Fujioka)
7: “Angels With Burning Hearts” (Burning Rangers)
8: “Conquista Ciela” (Cyber ​​Troopers Virtual-On)
9: “The Sky Continuing Towards the Future” (Victory Goal)
10: “Why Neene?” (Fantasy Zone, con Arisa Noto)
11: “Dreams Dreams” (NiGHTS, con Arisa Noto)
12: “Sega Saturn, Shiro!” short vers. (Segata Sanshiro Theme, con Segata Sanshiro)
13: “Sega Saturn, Shiro!” Hiroshi Fujioka vers. (Segata Sanshiro Theme, con Segata Sanshiro)

356588 356590
356584 356592
356604 356598
356610 356607

Nel mezzo dell’esibizione della [H.] Sega Sound Unit c’è stata anche una talk session con Hiroshi Fujioka in abiti civili. La discussione si è concentrata sugli indimenticabili spot girati dall’attore nei panni di Segata Sanshiro:
023_0 024_0
020 022_0
027 029

T-shirt (3000 yen l’una):
002 001
Tazza Segata Sanshiro (1500 yen):
006 007
Towels (2000 yen l’una):
004 005
Panni in microfibra (800 yen l’uno):
009 010
039_0 041

Sfoglia la galleria completa:

[Pictures thanks to inside-games.jp, 4Gamer.net]

SM Vol.6: Il Puzzle di Girls In Motion Volume 2

null

Dato il grande successo riscosso in patria, il Sega Saturn negli anni ha visto arricchirsi la propria lineup di titoli dai generi più disparati. E’ il caso ad esempio dei puzzle game della serie Girls In Motion, realizzati dalla Jamp (JApan Media Programming) dove i player si ritrovavano a dover completare dei puzzle raffiguranti delle dolci donzelle.
Il protagonista di questo numero di Sega Memorabilia è un oggetto promozionale che il publisher Yanoman Games fece realizzare in occasione dell’uscita di Girls In Motion Volume 2 Body Special 264. Dato il genere, non poteva non essere un puzzle vero e proprio, con raffiurate le fanciulle protagoniste della copertina del gioco: Senna, Hina e Akira:

null null

Non è la prima volta che troviamo dei puzzle nell’universo del Saturn, è un elemento abbastanza ricorrente nelle limited giapponesi, un po’ come oggi le statuine. Parlando del gioco non c’è moltissimo da dire. Una volta completati i puzzle si sbloccano dei filmati dal quale sono ripresi gli scatti da completare, con un frame rate decisamente deludente nel primo episodio. Come particolarità quest’ultimo presenta la presenza di una confezione di cartone con un libricino contenente le foto delle nove protagoniste.

null null

Dati Puzzle:
Pezzi: 108 pezzi
Dimensioni totali 18.2×27.5

[Thanks to Adam]

MEG e la Famicom House a Barcellona

Torna Italian Resistance, la nostra piccola rubrica sulle curiosità dal mondo.
Un modo insolito per scroprire un nuovo negozio di videogiochi.
La cantante electro-pop giapponese MEG (foto sopra) famosa sia per brani come HEART, PRECIOUS e altri, sia per essere un’accanita videogiocatrice, ha fatto visita alla “Famicom House“, un negozio di videogiochi a Barcellona.

Non vi preoccupate, non avete sbagliato sito.

A giudicare dalle foto, più che il solito negozio dei bei vecchi tempi, sembrerebbe quasi un pezzo di Akihabara trapiantato a Barcellona (il commesso a quanto dice la cantante parla anche giapponese)

Ma il bello viene ora, soffermandosi davanti alla vetrina, la cantante ha subito riconosciuto:



セガサターーーン!!!!

Sega Satuuurn!!!!

Ennesima conferma che il ricordo di una grande console come il Saturn è ancora vivo nei cuori dei giapponesi (e degli ottimi gusti di MEG in fatto di videogiochi, d’altronde chi è che entra in una “famicom house” per fotografare il Saturn? )

Presente anche il PC Engine subito immortalato:

Se vi trovate in quel di Barcellona, ora avete una meta in più da visitare.

[Official MEG blog]

La pagina dedicata al TGS 2020 Online

null

Unisciti al Forum “Club Sega”
null
Ultimi Aggiornamenti Rubriche
     
Cerca su SWI