Articoli marcati con tag ‘suzuki advisor’

Yu Suzuki ancora piu’ lontano da Sega

null
Che Yu Suzuki negli ultimi anni sia stato messo in una posizione del tutto marginale all’interno di Sega ormai lo avevamo capito. Purtroppo però pare che le cose vadano a complicarsi ulteriormente. Nel 2009 Suzuki cessò di essere un Creative Officer rimanendo ufficialmente un semplice Manager della divisione Arcade di Sega of Japan. Ai microfoni di Gamasutra, Yu Suzuki annuncia un ulteriore ridimensionamento del proprio ruolo, concentrandosi unicamente sulla sua compagnia (YS NET), all’interno di Sega da settembre risulterà come semplice advisor (consulente).


In teoria questo ridimensionamento rispecchia semplicemente la situazione attuale: Yu Suzuki da anni di fatto non svolgeva più alcuna attività all’interno di Sega. Fin dalla prima domanda di Gamasutra si riesce a capire perchè Suzuki preferisca concentrarsi sulla sua compagnia. Dal 2004, sballottato da un team all’altro del quale neanche ricorda i nomi, Suzuki si è visto cancellati due progetti (uno era Phy-Phi), comparendo solo nei Credits di Sega Race TV del quale ammette di non aver avuto niente a che fare al di là del ruolo di Producer.

Nel resto dell’intervista Yu Suzuki conferma un’altra volta l’interessamento verso una conversione per smartphone di Shenmue Town, così come la sua ammirazione per i dispositivi streaming.

Ovviamente non potevano mancare le domande riguardanti il passato, dove Yu Suzuki ricorda i vecchi tempi dove si creavano hardware al fine di supportare i giochi che si avevano in mente. Incoraggiato dalle domande cita anche le punte di diamante dei programmatori Sega di quegli anni: Yu Suzuki (giustamente ndr :D ), Naka (citato dall’intervistatore), Hidekazu Katagi (coder di Fantasy Zone, Columns e chief programmer di Sakura Taisen), e personaggi che lavoravano duramente dietro le quinte, come Tojo e Tooru Ikebuchi (co-programmer di Virtua Fighter), così come Mark Cerny.

Sul futuro Yu Suzuki dice di avere diverse idee nel cassetto, per quanto il budget sia sempre un problema.
Per quanto riguarda il rapporto con Sega però la situazione ancora una volta, si fa ancora più difficile.

Intervista consultabile a questo link.

La pagina dedicata al TGS 2020 Online

null

Unisciti al Forum “Club Sega”
null
Ultimi Aggiornamenti Rubriche
     
Cerca su SWI